Tipologie di cardiofrequenzimetro

Diadmin

Tipologie di cardiofrequenzimetro

I cardiofrequenzimetri non sono tutti uguali, e in commercio ce ne sono una miriadi di tipologie e modelli tutti diversi tra loro. Quando dobbiamo acquistarne uno è bene conoscere al meglio queste differenze, al fine di scegliere con criterio uno strumento adatto alle nostre esigenze. Non tutti però sono esperti del settore, e riuscire a vederci chiaro in questa situazione potrebbe essere complicato. In questi casi per riuscire a capire meglio il prodotto possiamo affidarci all’aiuto di siti internet specializzati, come https://sceltacardiofrequenzimetro.it/, dove vengono fornite informazioni e dettagli su ciò che ci interessa. Per avere una prima idea delle varie tipologie di cardiofrequenzimetri possiamo leggere questo breve e conciso articolo.

Sebbene esistono molti modelli diversi, possiamo suddividere i cardiofrequenzimetri in due macro categorie: quelli da polso e quelli a fascia.

 

  Un cardiofrequenzimetro da polso è simile a un orologio, e si indossa appunto al polso. Il suo aspetto è moderno e tecnologico, ed è dotato di innumerevoli funzioni. Oltre a rilevare e registrare i bpm (battiti cardiaci per minuto) questo strumento è in grado di effettuare molte altre operazioni. Per esempio ne esistono alcuni in grado di tener conto delle calorie assunte e consumate durante il giorno, informarci sulla quantità di ossigeno che respiriamo, oppure ancora possiamo utilizzare la funzione di conta passi. Durante l’allenamento possiamo informarci sulla nostra velocità di corsa, e cronometrare la durata della sessione. Completi e funzionali, questi cardiofrequenzimetri hanno un costo pari alle possibilità che sono in grado di offrire all’acquirente.

  I modelli a fascia invece si indossano sul torace. Sono composti da una fascia appunto, che permette una corretta posizione del prodotto, e dei sensori che andranno poi a eseguire le misurazioni. Non sono dotati di uno schermo, quindi tutte le rilevazioni devono essere poi inviate a un secondo dispositivo per essere controllate. Di solito si mandano allo smartphone, dove i dati vengono letti ed elaborati. Questa tipologia di cardiofrequenzimetri è la meno venduta, in quanto risulta un pochino scomoda e non permette di variare nel suo utilizzo (come invece accade con quelli da polso, che invece sono dotati di svariate funzioni).

Info sull'autore

admin administrator